OLIVETTI 3D-S2

Per chi non ne fosse a conoscenza

Per Stampa 3D si intende la realizzazione di oggetti tridimensionali mediante produzione additiva,  partendo da un modello 3D digitale. Il modello digitale viene prodotto con software dedicati e successivamente elaborato per essere poi realizzato, strato dopo strato, attraverso una stampante 3D.

Le stampanti 3D:

  • sono generalmente più veloci, più affidabili e più semplici da usare rispetto ad altre tecnologie per la produzione additiva.
  • offrono la possibilità di stampare e assemblare parti composte da diversi materiali con diverse proprietà fisiche e meccaniche in un singolo processo di costruzione. Le tecnologie di stampa 3D avanzate creano modelli che emulano molto da vicino l’aspetto e le funzionalità dei prototipi.

Una stampante tridimensionale lavora prendendo un file 3D da un computer e utilizzandolo per fare una serie di porzioni in sezione trasversale. Ciascuna porzione è poi stampata l’una in cima all’altra per creare l’oggetto 3D.

Dal punto di vista tecnico, la stampante 3D è progettata in modo da soddisfare standard di qualità meccanica ed elettronica di livello industriale, è caratterizzata da un’elevata flessibilità nel processo di creazione di oggetti in materiale un gran numero di materiali (plastica, resina, nylon, legno, vetro, carbonio, marmo e altri ancora), con dimensioni massime

olivetti.jpg

pari a 40x40x40 cm. In termini concreti, uno strumento di questo tipo si traduce in vantaggi per le aziende soprattutto nella fase di prototipazione, riducendo i tempi fino al 40% e i costi addirittura del 60-70% rispetto a quanto avviene con l’impiego dei metodi tradizionali. Queste le parole di Riccardo Delleani, amministratore delegato di Olivetti.

La tecnologia di stampa 3D si sta affermando quale importante strumento per la digitalizzazione delle piccole e medie imprese e, in particolare, per il rinnovamento del settore manifatturiero. Riteniamo che Olivetti, fedele a una tradizione di innovazione che ne rappresenta il suo DNA, possa contribuire in maniera significativa allo sviluppo di un nuovo Made in Italy in chiave Digital, mettendo a disposizione delle piccole e medie imprese le proprie competenze e gli asset tecnologici insieme con il supporto e l’assistenza garantiti da una presenza capillare sul territorio nazionale.

La società ha annunciato l’intenzione di affiancare le PMI che vorranno avvicinarsi a questa nuova tecnologia con corsi di formazione e sfruttando la propria rete di distribuzione e assistenza, che conta oltre 400 rivenditori in Italia e altri 450 in tutte Europa. Prevista anche la creazione di una piattaforma collaborativa attraverso la quale accedere a librerie di modelli in CAD-3D pronti per essere stampati, basata sulle potenzialità dell’ecosistema cloud e utile per delocalizzare la produzione, in modo simile a quanto avviene ad esempio con il network di 3D Hubs.